ZANTE

Zakinthos, conosciuta a livello internazionale con il nome di "Zante", o Fiore di Levante (= Fiore d'Oriente) sotto i Veneziani, è una delle isole Ionie. È l'undicesima isola greca per dimensioni e la terza (dopo Cefalonia e Corfù) delle Isole Ionie, di queste è la seconda più popolosa. Ha una superficie di 406 Kmq e la popolazione ammonta a 40.758 abitanti (censimento 2011). L’isola più vicina a Zante (da nord) è Cefalonia, che dista 8,5 miglia nautiche. Dal Comune di Ilia , Killini , Zante dista 17 miglia nautiche, mentre al porto di Killini è collegata quotidianamente con le linee Killini-Zante durante tutto l'anno. I suoi abitanti sono chiamati Zacinti o Zacintinesi. "Iria" è uno dei nomi antichi dell'isola di Zante.

La forma dell'isola è un triangolo irregolare con la punta più a nord che arriva a capo Skinari, mentre a sud-sud est si forma la baia di Laganas tra i due promontori, Marathià a ovest e Gerakas, o Geraki, a est. Nella baia di Laganas vi sono tre isole, Marathonisi, Aghios Sostis e Peluso, mentre a 37 miglia nautiche a sud di Laganas troviamo le isole Strofadi. La baia di Laganas, con la sua magnifica spiaggia, è stata dichiarata dal 1999 Parco Nazionale, essendo il luogo di nidificazione della tartaruga Caretta-Caretta, in via di estinzione. Le coste occidentali si estendono per circa 34 km, rocciose e ripide, formando numerose grotte e callette. Al contrario le coste orientali che guardano verso il Peloponneso si estendono per circa 37 km, con belle spiagge sabbiose.

Il clima di Zante è mite mediterraneo, con abbondanza di piogge da novembre a gennaio e abbondanza di sole durante tutto l'anno.

Possiede una ricca vegetazione, è un'isola con una significativa produzione agricola, basata principalmente sulla coltivazione di ulivi, agrumi, uva passa e floricoltura.

Vi ha incontrato sviluppo una rilevante attività commerciale, soprattutto nel settore del turismo, supportato dall’aeroporto Dionisios Solomos e dai molti alberghi e abitazioni che utilizzano la bellezza naturale e la tradizione storica, unite all'ospitalità della gente.

A Zante si trovano i seguenti villaggi in ordine alfabetico: Agalà, Aghia Marina, Aghios Dimitrios, Aghios Kirikos, Aghios Leontas, Aghios Nikolaos (Kiliomenos), Aghios Pantes, Akrotiri, Alikanas, Ambelokipi, Anafonitria Ano Gerakari, Argassi, Vanato, Bassilikòs, Volimes Vougiato, Gaitani, Galaro, Ghiri, Exw Chora, Zante, Kalamaki, Kalipado, Kallithea, Katastari, Kato Gerakari, Keri, Kipseli Lagadakia, Lagopodo, Lithakia, Loucha, Maries, Macherado, Meso Gerakari, Mouzaki, Bochali, Orthonies, Pantokratoras, Pigadakia, Planos, Romiri, Sarakinado, Skoulikado, Tragaki, Tsilivi ,Fiolitis, Varres, Faghias, Skinari Kampi.

L’Isola di Zante è considerata un’isola dalla lunga tradizione musicale. I suoi abitanti, particolarmente amanti della musica, esprimono la loro passione riunendosi in gruppi e cantando brani e serenate tradizionali per lo più del luogo. Caratteristici sono i versi dell'omonimo canto tradizionale:

“Fosse il mare vino e le montagne stuzzichini.

e le barche bicchieri da vino da cui bevono i festaioli.

Potessero abbassarsi le montagne, così vedrei il Levante,

vedrei Cefalonia e il bel Giante.

Zante e Cefalonia, Corfù e Lefkada,

queste quattro isole che adornano la Grecia.”

A Zante inoltre è attiva una speciale, forse peculiare, compagnia teatrale, chiamata "discorsi", i cui protagonisti, residenti del luogo, recitano con improvvisazioni e chiacchierate. La loro tradizione supera i tre secoli.